Cronaca
circolo via rosaroll

Napoli, rissa e lesioni: chiuso circolo privato in via Rosaroll

Reiterati episodi di violenza e rissa con lesioni, spesso aggravate dall’uso di armi da taglio: era questo il quadro desolante della quotidianità presso un circolo privato sito in via Cesare Rosaroll, nel cuore di Napoli, per il quale è arrivato un provvedimento di chiusura temporanea. Sarebbero stati tre, nel corso dell’ultimo periodo, gli incidenti documentati e sedati dagli uomini del commissariato Vicaria – Mercato della polizia di Stato, che si trovavano troppo spesso a dover stemperare alterchi violenti, dando conseguentemente luogo alle indagini di rito, in un clima che si potrebbe definire quasi di omertà da parte di chi, all’interno di quella struttura, avrebbe dovuto garantire il rispetto delle regole e della legge.

Il presidente del circolo, infatti, interrogato in più occasioni dagli uomini delle forze dell’ordine, avrebbe fornito agli inquirenti informazioni fuorvianti in merito ad una delle risse avvenute nei locali da lui gestiti, dimostrando al contempo una profonda negligenza nella sorveglianza dei soci del circolo, dei quali non è stato nemmeno in grado di fornire agli agenti un elenco completo ed esaustivo. Una frequentazione che, a prescindere dalla condotta non proprio limpida del gestore, risultava già sospetta di suo: gli uomini delle forze dell’ordine hanno infatti verificato come tra gli iscritti figurassero soggetti, con precedenti di polizia, vicini agli ambienti della criminalità locale e dediti all’uso di alcol e sostanze stupefacenti.

Le irregolarità, tuttavia, non si fermavano qui: è stato documentato come diverse persone esterne al circolo, in nessun modo facenti parte delle liste dei soci, abbiano avuto in molte occasioni libero accesso agli ambienti dell’associazione, trasformando di fatto la struttura in un locale aperto al pubblico, in pieno contrasto con le regole stabilite dalle leggi vigenti in materia. I gravi elementi emersi dai rilievi degli agenti di polizia hanno portato il commissariato a richiedere l’intervento della Questura di Napoli, che ha disposto la sospensione delle attività del circolo privato per un periodo di quindici giorni.

 

Segui già la pagina Facebook Il Crivello.it?