Politica

Il rettore Gaetano Manfredi nuovo ministro dell’Università

Compirà 56 anni tra pochi giorni e li festeggerà da ministro della Repubblica. Gaetano Manfredi è stato nominato dal Presidente del consiglio Giuseppe Conte ministro dell’Università e Ricerca. L’annuncio è avvenuto in maniera inconsueta, durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno del premier.

Nato ad Ottaviano, rettore dell’Università degli Studi “Federico II” di Napoli, Manfredi ha una laurea in ingegneria, ottenuta presso lo stesso ateneo di cui è alla guida. È, inoltre, presidente della Conferenza dei rettori (Crui), incarico che ricopre per il secondo mandato consecutivo, dopo la rielezione dello scorso anno.

Fratello dell’ex deputato Pd Massimiliano Manfredi, il neo ministro, in passato, è stato vicino alla candidatura a sindaco di Napoli e a presidente della Regione Campania, nelle fila del centro sinistra. Ha sempre rifiutato, preferendo la carriera accademica. Anche se non ha mai svolto politica attiva, non può essere considerata una sorpresa il fatto che Manfredi diventi ministro in “quota” al Partito democratico.

Sui social, le prime reazioni seguite alla sua nomina non si sono fatte attendere. Su twitter il viceministro Anna Ascani non ha nascosto la sua soddisfazione. “Le nomine di Lucia Azzolina e Gaetano Manfredi sono due ottime notizie per scuola, università e ricerca. Competenza e serietà premiate”. A fare da eco alla Ascani è un altro campano, il ministro per gli Affari europei Enzo Amendola. “Gaetano Manfredi è il rettore che ha trasformato San Giovanni a Teduccio in un polo tecnologico internazionale. Una personalità di grande prestigio. Non vedo l’ora di lavorare insieme per il bene del Paese. Un enorme in bocca al lupo anche alla nuova ministra Lucia Azzolina”.

Proprio lo sdoppiamento di quello che è stato il ministero del dimissionario Lorenzo Fioramonti è un’altra novità attuata da Giuseppe Conte. Se a Gaetano Manfredi va il dicastero dell’Università e Ricerca, l’Istruzione tocca alla siciliana Lucia Azzolina. Nata a Siracusa 37 anni fa, Azzolina passa di “grado”, in quanto sottosegretaria durante il mandato Fioramonti. Parlamentare del Movimento 5 Stelle, è laureata in filosofia e giurisprudenza, dirigente scolastico e vanta esperienze come sindacalista.

 

Segui già la pagina Il Crivello.it?