Medicina e benessere

Gli 8 alimenti che abbassano la pressione

Una dieta sana, che include gli alimenti che abbassano la pressione arteriosa, è il primo dei provvedimenti che una persona dovrebbe adottare per contrastare l’ipertensione. La pressione alta è uno dei principali fattori di rischio per la salute, soprattutto per le persone anziane; infatti è strettamente correlata con gli infarti cardiaci, gli ictus celebrali, gli aneurismi dell’aorta e altre patologie legate al cuore, che nelle persone over 60 rappresentano la prima causa di morte o di invalidità.

Salvaguardare la propria salute è un dovere di ognuno di noi. In questo articolo presentiamo la lista degli alimenti che abbassano la pressione arteriosa, cibi toccasana, che evitano problemi seri. Partiamo, comunque, dagli alimenti da evitare, quelli che favoriscono l’ipertensione. Una dieta ricca di sale aumenta la pressione sanguigna nella maggior parte degli individui per cui, meno sale si introduce nell’organismo e più benefici si otterranno in termini di controllo della pressione arteriosa.

Affinché gli alimenti che abbassano la pressione possano produrre i loro effetti, è necessario adottare una dieta povera di sale ed evitare quindi: cibi in scatola, alimenti trasformati industrialmente, cibo da fast food, insaccati, zuccheri e alcol.

Prendete l’abitudine di leggere le etichette nutrizionali degli alimenti che acquistate e controllate sempre il contenuto di sale. Per avere un buon controllo sulla pressione è meglio scegliere sempre quelli che hanno un massimo del 5% dell’apporto giornaliero di sale.

In linea generale, possiamo dire, invece, che gli alimenti che abbassano la pressione sono quelli che contengono potassio, magnesio, fibre alimentari e hanno un basso contenuto di sodio. Gli alimenti che abbassano la pressione sono:

Barbabietola rossa. Uno studio condotto in Australia e pubblicato nel 2013 sul Nutrition Journal, ha preso in esame uomini e donne per verificare gli effetti del succo di barbabietola rossa sulla pressione. I risultati hanno evidenziato un abbassamento della pressione dopo appena sei ore dall’assunzione del succo di barbabietola, soprattutto negli uomini. Tale risultato è anche da imputare alla presenza di nitrati nella barbabietola.

Melograno. Uno studio che ha visto coinvolte 19 persone per un anno, ha dimostrato che l’assunzione del succo di melograno naturale, senza zuccheri aggiunti, è in grado di abbassare la pressione sanguigna del 35%, di cui il 13% nei primi tre mesi.

Banana e avocado. Una ricerca inglese pubblicata sulla rivista “Pubblic Medical Journal” ha confermato che il giusto apporto di potassio contribuisce in modo significativo ad abbassare la pressione. Il potassio è disponibile in natura in molti alimenti e lo studio assicura che non è necessario assumere integratori, ma piuttosto è necessario una dieta corretta. Banane e avocado contengono buone quantità di potassio, per cui sono alimenti che abbassano la pressione in modo naturale e andrebbero assunti con una certa regolarità.

Cioccolato amaro. Gli ultimi studi sul cioccolato hanno dimostrato che i polifenoli, in particolar modo i flavonoli del cacao, sono strettamente legati alla formazione di ossido nitrico, una sostanza in grado di allargare i vasi sanguigni e favorire il flusso sanguigno con conseguente abbassamento della pressione sanguigna.

Sedano. I ricercatori dell’Università di Chicago hanno scoperto che il sedano contiene sostanze che sono in grado di abbassare la pressione arteriosa agendo sulle pareti dei vasi sanguigni, aumentandone il diametro.

Ibisco. L’ibisco è un arbusto che in Italia è utilizzato prevalentemente a scopo ornamentale, ma in molte parti del mondo la varietà “Hibiscus sabdariffa” viene utilizzata da secoli per abbassare la pressione tramite la preparazione di un tè a base di foglie e frutti. Vi sono ricerche che ne testimoniano l’efficacia, ma questo rimedio deve essere assunto in modo continuativo se si vuole tenere la pressione sotto controllo.

Aglio. L’aglio è un altro degli alimenti che abbassano la pressione: una ricerca condotta in Australia presso l’Università di Adelaide sostiene che l’estratto d’aglio è in grado di abbassare la pressione in modo significativo. I risultati della ricerca hanno però evidenziato come i benefici maggiori si siano ottenuti con l’estratto di aglio invecchiato.

Pesce grasso. Esistono diversi studi che testimoniano questa proprietà del pesce grasso, che è da imputarsi principalmente alla presenza di acidi grassi omega 3 e a due altre sostanze: la metionina, che è un aminoacido, e la taurina. Se non amate il pesce potete ottenere risultati simili con l’olio di semi lino.

 

Segui già la pagina Il Crivello.it?