Cronaca
ex

Piedimonte Matese, arrestato stalker che minacciava l’ex con un pugnale

I carabinieri della stazione di Piedimonte Matese hanno proceduto all’arresto di un pregiudicato trentenne del luogo, resosi responsabile di atti persecutori ai danni della sua ex fidanzata. L’indagine, è stata avviata a seguito della denuncia presentata dalla vittima, sottoposta a continui abusi e soprusi soprattutto di natura psicologica da parte del fidanzato, ossessionato dalla gelosia.

Lo stalker non pago del condizionamento a cui aveva sottoposto la vittima, nell’intento criminoso di commettere una “strage” preventivamente annunciata telefonicamente alla donna, si è armato di un pugnale delle dimensioni di circa 35 cm., dirigendosi verso la sua abitazione.

Il tempestivo intervento dei militari dell’Arma ha consentito di bloccare l’uomo e di disarmarlo. Il pugnale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. L’aggressore è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, a disposizione della competente Autorità giudiziaria.

In giornata un altro episodio che va inserito nella sempre più lunga lista di maltrattamenti ai danni delle donne, da parte di uomini violenti. Ma ciò che si è verificato a Cava de’ Tirreni, in provincia di Salerno, è ancora più grave, con il colpevole che si è macchiato anche del reato di rapina nei confronti dell’ex fidanzata. Nella notte appena trascorsa, gli agenti della polizia di Stato della sezione volanti del commissariato di pubblica sicurezza di Cava de’ Tirreni hanno tratto in arresto un 38enne cavese, responsabile dei reati di maltrattamento e rapina alla ex fidanzata.

Continuano le operazioni degli agenti dei carabinieri riguardanti i reati di natura persecutoria, perpetrati da uomini nei confronti delle proprie compagne, attuali o ex. A far fronte ad un nuovo episodio del genere, sempre nella giornata di oggi, sono intervenuti i carabinieri del comando della stazione di San Felice a Cancello, nel Casertano. I militari hanno arrestato un 32enne di Acerra, nel Napoletano, giudicato responsabile di reati e atti persecutori nei confronti della ex fidanzata, sua coetanea. La donna aveva sporto denuncia verso l’ex compagno in seguito alle violenze subite, che nonostante ciò sembravano non aver avuto fine. L’uomo, quindi, attenzionato dalle forze dell’ordine, è stato notato mentre era a bordo della sua automobile, una Opel Corsa, attivo nella sua conclamata opera di persecuzione della ex fidanzata.

I carabinieri, perciò, lo hanno fermato e hanno proceduto subito con le perquisizioni. I controlli hanno dato risultati preoccupanti: in possesso del 32enne è stata trovato un oggetto di legno identificato come una clava della lunghezza di circa 40 cm e un coltello da cucina avente la lama seghettata. I due oggetti sono stati prontamente sottoposti a sequestro penale e l’uomo è stato arrestato per il reato di atti persecutori. Attualmente è stato affidato alla casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

 

Segui già la pagina Facebook Il Crivello.it?